Nanni Riccobono

Nanni Riccobono: giornalista, 58 anni, ho studiato al liceo artistico secoli fa ma sono stata dirottata su altri studi dal ’68 e dalla politica. E forse anche dal fatto che ai tempi in cui frequentavo, si passavano noiosissime ore a copiare orecchie, piedi e mani di gesso…Nel corso degli anni però ho sempre avuto degli attacchi di “disegnite” che, alla fine hanno preso il sopravvento (ma continuo ad avere un’allergia per le mani e i piedi…), al punto che mi sento pronta ad iniziare la mia seconda vita: sono una vecchia giornalista, spero presto in pensione, ma anche una “giovane” artista entusiasta di ogni scoperta nel campo del disegno e della pittura. I nostri venerdì e martedì  sono preziosi, spesso riprendo i disegni fatti in classe e ci lavoro ancora, aggiungo, tolgo, immagino e mi lascio andare all’orgia del colore. Uso materiali diversi ma amo soprattutto gli oil bar, le barrette di olio con cui posso disegnare direttamente anche in classe. Disegno e dipingo su carta da pacchi.  bianca resistente, che tiene bene il colore, costa poco e mi permette di arrotolare i disegni fatti e portarmeli dietro senza troppi problemi. Da un po’, spinti da Hassan, abbiamo cominciato a portare in classe anche tempere, acrilici, vernici, acquarelli e qualsiasi materiale ci vada di usare.  Questo nostro “maestro” è micidiale: può dire una sola frase in tre ore e ti ritrovi che la tua prospettiva è completamente cambiata o magari cominci a vedere davvero ciò che hai davanti agli occhi e finalmente ti esce dalle mani qualcosa di buono. A me capita di arenarmi in un’idea, di sentirmi completamente fuori strada e poi “svoltare” la mattinata all’improvviso per una qualche osservazione estemporanea il cui senso è: bisogna avere coraggio. O: disegniamo in libertà. Ovviamente amo l’arte, gli artisti, ne leggo le biografie, vado a vedere più mostre possibile… Il mio mito è Matisse, il suo “Scritti e pensieri sull’arte” mi segue ovunque io vada. Che altro dire? In questa nostra classe ci sono molti giovani. E mi commuove la loro bravura. Sono appassionati, fissati e perfino un po’ invasati del loro lavoro di artisti. È terribilmente stimolante lavorare in mezzo a loro. E ci metto dentro anche modelli e modelle, quasi sempre bravissimi, creativi, disponibili e interessanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...